Parquet ... why not?

Il parquet

La scelta del parquet per molti è una questione di “coraggio”. Il coraggio di andare contro le comuni convinzioni su questo bellissimo materiale: è delicato, è costoso, è difficile da pulire, si macchia facilmente.

Sfatiamo questi miti:

Il parquet è molto versatile, si adatta ad ogni  stile. Che abbiate una casa country, moderna o classica contribuirà ad aggiungere stile alla vostra casa.

Quando si parla di parquet si considerano quasi sempre “off limits” la camera da bagno e la cucina, ripiegando nella maggior parte dei casi su una pavimentazione in ceramica.

In case dove la cucina costituisce un ambiente unico con la zona living, per creare armonia tra gli ambienti è ideale usare la stessa pavimentazione, scegliendo  nel caso del parquet tra le essenze più resistenti come il teak ( usato anche per esterni e imbarcazioni).

La pulizia

Il parquet si pulisce come un qualsiasi pavimento in ceramica, l’ unica accortezza è quella di usare prodotti poco aggressivi o specifici per superfici pregiate (legno e marmo), scegliendo tra la vasta gamma che trovate in commercio. In cucina una preoccupazione potrebbe nascere dal versamento di  olio, caffè o altri prodotti che potrebbero danneggiare il nostro legno. Fortunatamente essendo la superficie del legno verniciata, i tempi di assorbimento del legno sono abbastanza lunghi da darci il tempo di procedere all’asciugatura con uno straccio umido,  quello che si farebbe con una normale piastrella insomma (chi lascerebbe il pavimento sporco per ore?)

L’usura

In una casa alcune stanze sono soggette ad un calpestio più frequente rispetto ad altre, è per tale motivo che occorre uno strato nobile più spesso che possa permettere eventuali successive levigature in caso di particolari abrasioni. La scelta di un parquet stratificato (prefinito) con strato nobile di almeno 3 mm presenta qualche vantaggio rispetto ad uno in legno massello in quanto meno soggetto a dilatazioni (a sua volta un parquet in massello ha altri punti di forza). Sicuramente è meglio evitare gli economici laminati.

Non per forza il parquet deve essere lucido e liscio, esistono finiture che esaltano la venatura del legno rendendolo ruvido al tatto, parliamo del parquet spazzolato. La spazzolatura conferisce un effetto più naturale al legno e aiuta a celare i segni di usura.

È vero però che un parquet segnato dal tempo non sempre è un difetto estetico, spesso è invece affascinante perché  racconta una storia: la vostra!

(foto: Salvo Lombardo Architetto)